Modelli Ray Ban Da Sole

La sua principale attività nel mondo del cinema è quella di filmmaker ma come interprete tra i lavori più interessanti possiamo citare la partecipazione nel film The Italian Jobs: Paramount Pictures e l’Italia (2017) di Marco Spagnoli. Nel 2014 ha inoltre lavorato con Marco Spagnoli per la realizzazione del film Ne ho fatte di tutti i colori dove ha interpretato la parte di Se stesso. Oltre al ruolo di interprete Claudio Masenza ha lavorato come sceneggiatore, scrittore, scrittore, scrittore, scrittore nel film commedia di Pino Quartullo Le donne non vogliono più (1993).

Dre to Jay Z. Now it’s a woman’s turn”. In order to earn her success, she has created the image of a volatile and man eating woman, who places her career above all else. Times, Sunday Times (2008)We tested them before and after to see whether their efforts were worthwhile. The Sun (2009)The restaurant food and the scones made the trip worthwhile on their own. The Sun (2014)That in itself made the exercise worthwhile.

Inoltre in vari periodi della sua carriera lavorativa si segnalano parecchie partecipazioni a serie tv come Freaks and geeks (2000), The X’s (2005), Cracking up (in 6 episodi, 2004 2006), ed ha un ruolo fisso in Bored to death (2009 2010).Nel 2009 oltre a scrivere un pezzo per la colonna sonora di Funny People, ha una parte nel lungometraggio, ed è coinvolto nel triangolo amoroso di Un microfono per due di Todd Louiso (2009), che ha al centro la vispa Anna Kendrick (Twilight, Tra le nuvole), alla quale è interessato anche il ‘rivale’ Ben Stiller. Al contrario, in Scott Pilgrim vs. The world di Edgar Wright tocca a Schwartzman interpretare l’antagonista sentimentale del protagonista Michael Cera: è uno dei sette ex della sospirata Mary Elisabeth Winstead, sorta di bulli con superpoteri.

Film di guerra atipico, insolito e inverosimile, illogico ma proprio perch non si allinea ben funzionante. Quentin Tarantino lo osanna, quindi mi viene da pensare che qualcosa di buono ci sia. O perlomeno se ha attirato le attenzioni del regista amante dei B movie qualche barlume di genialit deve avercela vista.

Maestri, in pieno stile Blake Edwards, degli elementi più esagerati dello slapstick, ottime guide per attori dalla mimica eruttante, autori di dialoghi nonsense e di scene dove il politicamente scorretto la fa da padrone, non risparmiano nessuno, nemmeno gli handicappati. I film, in mano loro, diventano quasi dei lungometraggi animati, ma con quel pizzico di spregiudicatezza, villania, scurrilità che li fa adattare a un pubblico adulto e pienamente consapevole del fatto che sta ridendo per una semplice cazzata. Cameron Diaz, Jim Carrey e Ben Stiller sono il tris maggiore di interpreti con i quali si trovano meglio.

Taggato con:

Lascia un commento